Operazioni fuori dagli Scenari Standard?

Con le linee guida di Enac (LG-2020/001/NAV Ed. 1 del 30/09/2020), in recepimento del regolamento Europeo 2020/639, sono state approvati i nuovi Scenari Standard per operazioni con SAPR, che sostituiscono i vecchi scenari S01-S02-S03-S04-S05-S06-S07.


I nuovi scenari si dividono in due blocchi, ovvero:

Scenari VLOS:

STS-01

STS-02


Scenari BVLOS:

IT-PDRA-01

IT-PDRA-02

IT-PDRA-03

IT-PDRA-04

IT-PDRA-05

IT-PDRA-06

IT-PDRA-07

IT-PDRA-08

IT-PDRA-09


I nuovi scenari sostituiscono i precedenti con le modalità della seguente tabella:



Il concetto dello SCENARIO STANDARD significa che Enac/Easa, hanno fatto le loro valutazioni in merito al rischio ed hanno determinato che, nelle rispettive condizioni, il livello di rischio è ritenuto accettabile e quindi le operazioni possono essere eseguite senza ulteriori particolari analisi da parte dell'Operatore.

Questo sempre che l'Operatore stia all'interno delle condizioni previste dagli specifici scenari.


MA CHE FARE SE LE NOSTRE OPERAZIONI NON RIENTRANO NEGLI SCENARI STANDARD?

Nel caso in cui l'Operatore non sia in grado di rispettare anche solo uno dei parametri previsti dallo specifico Scenario Standard, il livello di rischio ipotizzato da Enac non si può più considerare predefinito.

In questo caso l'Operatore DEVE effettuare una completa analisi del rischio con il sistema SORA (Specific Operations Risk Assessment).


Applicare la metodologia SORA non è un percorso troppo facile e scontato ma necessità di molte valutazioni specifiche e puntuali.