Rilievo archeologico di una chiesa interrata

Rilievo aerofotogrammetrico del sito posto in Andalo in località Maso Toscana e composto

da porzione di scavo nel quale sono stati rinvenuti dei resti della vecchia Chiesa di Andalo.

La prima fase del lavoro è stata la pianificazione nella quale:

- è stata individuata l’area da rilevare;

- sono state pianificate le operazioni di volo;

- sono stati scelti i punti di decollo ed atterraggio dell’aeromobile;

- è stata controllata la presenza di ostacoli al volo (cavi aerei);

- sono state progettate le missioni di volo programmato automatico tramite software

mission planner;

- sono state pianificate ed eseguite le misure topografiche a terra per il supporto al rilievo

aerofotogrammetrico mediante l’ausilio di n. 10 Ground Control Points GPS Leica

System 1200 doppia frequenza GX1230 in configurazione base–rover P/RTK con

opzione Glonass permanente e modem Telit 3.5G quadri banda per TPOS in modo da

ottenere un modello perfettamente scalato e misurabile;

A questo punto, con l’utilizzo di Sistema Aereo a Pilotaggio Remoto SAPR (drone) tipo DJI

Mavic 2 Pro, con fotocamera Hassemblad da 20 mp e con DJI Matrice 300 RTK con

fotocamera H20 zoom sono state scattate una serie di immagini fotografiche digitali aeree in

parte nadirali ed in parte a camera inclinata con voli incrociati.


ELABORAZIONE DEI DATI

L’elaborazione dei dati rilevati (fotografie, dati GPS) ha seguito i seguenti step:

- importazione delle fotografie scattate dai droni dentro il software “Structure from Motion

“ 3DFlow Zephyr;

- allineamento delle immagini e generazione della nuvola di punti sparsa;

- elaborazione delle misure GPS ed inserimento delle coordinate dei target;

- allineamento, scalatura e georeferenziazione della nuvola di punti;

- generazione della nuvola di punti densa;

- costruzione della mesh triangolare e tridimensionale;

- generazione della texture ad alta definizione;

- generazione del modello tridimensionale texturizzato;

- creazione di D.E.M. (Digital Elevation Model) e dell’ortofoto.